Mountain bike Piemonte - Provincia di Cuneo  
Alba tra passato e presente  

Percorso ideato da Lorenzo Colombi

 

Lunghezza: 41,14 Km
Tempo percorrenza: 4h 30'
Difficolta':
B.C. (medio)
LocalitÓ di partenza:
cimitero di Alba (CN)
Accesso: -
Cartografia: ISTITUTO GEOGRAFICO CENTRALE 1:50.000 n. 18 Langhe Meridionali e n. 19 Asti Alba Acqui Terme
Dislivello: circa 580 metri
Tipo:  asfalto 20,03 Km (49%) - sterrato 21,11 (51%)
Periodo consigliato: tutto l'anno
Effettuato il:
3 aprile 2005
Descrizione: abbiamo cosi' chiamato questo itinerario in quanto agli aspetti piu' tradizionali come i murales di Vergne, le antiche chiesette o le vecchie cascine, abbina anche i moderni ripetitori del Bric del Dente (La Morra), punto piu' elevato del tracciato. Il territorio attraversato e' formato prevalentemente da colline per cui aspettatevi continui saliscendi. Dal cimitero (0 Km - rotonda) si segue la via Ognissanti in direzione Ovest (pista ciclabile non protetta). Alla successiva rotonda si prosegue diritto (0,49 - strada consorziale Gamba di Bosco). Superato un canale si tiene la destra (1,16) puntando verso un ripetitore. Evitando una deviazione che attraversa il corso d'acqua artificiale (1,48), mantenere la direzione frontale e al Km 2,63 prendere a destra affiancando la superstrada. Giunti in localita' Cantina di Roddi (3,54) si transita sotto il cavalcavia ed, in corrispondenza dell'Enomotel (3,74) si svolta sulla strada Roddi - Verduno. Poco piu' avanti si segue diritto la SP358 (3,84). Si svolta poi sulla seconda strada sulla sinistra (5,04 - indicazioni localita' Ravinali / Elia) superando la dorsale di Roccabella. Giunti alla chiesa di S. Carlo proseguire diritto (6,33) e poi a destra (6,43 - cartello per ristorante "Il Vigneto"). Arrivati a cascina Fornace si svolta a destra (6,96) seguendo poi una bella sterrata tra i vigneti. Una curiosita': se fate un po' di attenzione noterete che all'inizio di ogni fila di vite viene sistemata una pianta di rosa. Verificando lo stato di salute di tale pianta e' infatti possibile prevenire o curare le malattie della vigna. Al Km 7,51 ignorare una deviazione che scende a destra. La strada diventa nuovamente asfaltata in corrispondenza di C.to Roere. Giunti a borgata Silio si evita la strada sulla sinistra per S. Maria (9,58) puntando verso la Morra. Si sbuca sulla SP58 (11,80 - via Alba) salendo a destra ma, dopo poche decine di metri, si imbocca un sentierino sul lato opposto che consente di tagliare il tornante. Si attraversa poi l'abitato di La Morra percorrendo la via Roma. In corrispondenza di un trivio con chiesetta di S. Brigida si prende la via Fontane (12,65 - indicazioni borgata Fornace). Al successivo incrocio si evita di proseguire per frazione Berri svoltando a sinistra (13,14). Si sale al Bric del Dente, splendido punto panoramico, rovinato solo dalla presenza dei numerosi ripetitori. Sul Bric si trova anche la cappella degli Alpini ed un faro votivo. La strada inizia poi a scendere diventando a fondo naturale. Si segue la direzione principale lasciandosi guidare dai cartelli in legno di colore giallo del "Gir d'le Masche". Ad un certo punto occorre abbandonare lo sterrato seguendo una traccia marcata che scende per il pendio (15,96). Poco oltre attenzione a svoltare a destra (16,24) per prato aggirando la cascina Bergeisa. Oltre quest'ultima la traccia si trasforma in una sterrata con la quale puntiamo verso Vergne. Evitando di scendere alle case Vaira (17,49) attraversiamo la frazione e poi, giunti ad un crocicchio (18,24) prendiamo a sinistra e poi subito a destra pervenendo sulla piazza della Vite e del Vino. Si segue la sterrata a fianco della ditta Vajra svoltando poi a destra (18,52). Seguire sempre i cartelli del Gir d'le Masche percorrendo un sentiero che attraversa un noccioleto e raggiunge un bivio (19,22): si lascia sulla sinistra l'indicazione per Barolo seguendo invece quella per Novello. Proseguire poi diritto sino a raggiungere la strada asfaltata che a sinistra (19,59) ci farra' pervenire alla borgata Ciocchini. Qui andiamo a destra (20,18) e, dopo pochi metri, a sinistra seguendo una carrareccia. Al Km 20,43 salire a sinistra e poi tagliare il pendio lungo il cammino principale. Puntare verso l'evidente cimitero di Novello. In corrispondenza di un'abitazione (21,44) si affronta a sinistra una traccia che risale alla farmacia (costruzione di colore giallo ben riconoscibile piu' in alto). Si attraversa la SP58 (21,60), passando poi a fianco dei resti della cappella di S. Rocco, utlizzata nel 1884, durante l'epidemia di colera, come lazzaretto. In corrispondenza della chiesa di S. Lucia si scende a sinistra (21,76). Si segue sempre l'asfalto finche' ad un certo punto si imbocca una sterrata in salita sulla destra (23,08) che passa a fianco di un piccolo casolare (tacche bianco rosse e indicazioni Monforte). Poco piu' avanti si lascia il proseguimento per Monforte sulla sinistra (23,41) e attraversando un prato si perviene alla SP163. Qui evitiamo l'asfalto seguendo il sentiero che corre parallelo alla provinciale che ritroviamo piu' avanti. La percorriamo per pochi metri imboccando poi la via Boschetti (24,30). Giunti ad un pilone (25,49) seguiamo lo sterrato alla destra del medesimo. Proseguendo sempre diritto si confluisce sulla sterrata per C. Boschetti (26,13). Puntiamo verso la cascina ma dopo poche decine di metri scendiamo a sinistra. Si arriva ai piedi di Barolo dove si segue la via della Valle a destra (26,87), poi la via Aie Sottane e quindi, ignorando la via Preda a destra (27,48), ancora la via della Valle. Al bivio che segue imboccare a destra la via Vignane (28,02) ed al successivo quadrivio andare a sinistra (28,14) costeggiando un fossato. Si sale poi a destra seguendo le indicazioni dei "sentieri del Barolo" e dopo una cinquantina di metri (28,54) si attraversa a sinistra un vigneto su esile traccia. Giunti ad una strada asfaltata si va a destra e poi, dopo la curva, a sinistra (28,84 - ancora cartello "i sentieri del Barolo"). Sempre diritto sino alla SP3 (30,23) che si percorre a sinistra svoltando poco dopo per Annunziata / La Morra (30,31). Al tornante (30,60) diritto su sterrato sino a Case Manzoni. Da qui procedere a sinistra (31,38) e poi imboccare la sterrata sulla destra (31,63) che sale al Bric Manescotto. Si confluisce su una strada asfaltata (32,71) che ci condurra' alla SP236. Puntare ora verso la superstrada imboccando prima del cavalcavia una sterrata sul lato opposto (33,58). Al Km 34,72 evitare di raggiungere una abitazione seguendo una carrareccia che si stacca sulla destra. Giunti alla SP358 (35,53) proseguire a destra sino alla rotonda con la SP3 (35,81). Da qui a sinistra e dopo un lungo rettilineo evitare la sopraelevata uscendo a destra (37,20). Al successivo incrocio occorre prendere a destra per Cantina di Roddi e poi subito a sinistra (37,50 - indicazioni per localita' Ponte Talloria). Costeggiando nuovamente la superstrada si ripercorre il cammino fatto all'andata sino al cimitero (41,14).
Foto in alto: Barolo

Mappa:   PDF   GIF   OCAD8  
 

 
Altimetria  

 
Galleria fotografica  

S. Lucia

i murales di Vergne
 

S. Brigida

una vecchia fornace a La Morra
 

uno dei numerosi vigneti
   
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2005