Mountain bike Piemonte - Valle Po  
Colle di Gilba  

Il percorso

 

Lunghezza: 13,26 Km (solo andata)
Tempo percorrenza: 3h 15' + 50' ritorno
Cartografia: ISTITUTO GEOGRAFICO CENTRALE Carta dei sentieri e dei rifugi 1:50.000 n. 6 Monviso
Periodo consigliato: giugno - settembre
Tipo: asfalto 6,78 km (51 %) - sterrato 6,48 km (49 %)
Dislivello: circa 1050 metri
Difficolta': B.C.
Effettuato il: 11 settembre 2005
LocalitÓ di partenza: Sanfront
Accesso: arrivando da Revello, alle rotonde che precedono il paese, si prende per il centro percorrendo il corso Guglielmo Marconi. Dopo circa 200 metri, giunti all'incrocio con via Vecchia Saluzzo, si parcheggia su un ampio piazzale.
Descrizione: una bella escursione che ci condurra' sopra la dorsale che divide la valle Po dalla val Varaita sfruttando una vecchia strada militare. Dal piazzale (0 Km) si sale sempre diritto per 500 metri e quindi, in corrispondenza dell'incrocio con via Balangero (strada chiusa) si attraversa il rio seguendo la via Comba Albetta. Ignorate la via Comba Bedale (0,79) e la via Munica (1,12), si tocca la Fontana del Castagne'. Lasciata sulla destra la via Rua' (1,85), si transita nei pressi della sorgente La Comba. Nei pressi di un tornante evitare la via S. Frontone (2,25) ed al successivo incrocio, che precede la borgata S. Agata, svoltare a sinistra seguendo sempre le indicazioni per S. Bernardo. Dopo un paio di tornanti si evita la deviazione per Pian Mico (3,31) e, seguendo il cammino principale, si raggiunge l'agglomerato di La Rua' (6,57). Superato quest'ultimo si continua su sterrato a destra (6,71) guadagnando lo spartiacque con l'adiacente vallone del rio Croesio. Ad un bivio continuare diritto (7,55), raggiungendo con percorso piu' pianeggiante la sella che ospita il rifugio S. Bernardo, ottenuto dal riutilizzo della piu' vecchia delle due cappelle presenti sul luogo. La piu' recente, eretta nel 1967-68, si trova poco distante in posizione sollevata ed e' dedicata a S. Bernardo da Mentone e a Maria SS.ma Madre della Chiesa. Si prosegue affrontando un paio di tornanti e poi ignorando una deviazione sulla sinistra senza indicazioni (8,57). Giunti alla localita' Pasturel (9,25 - cartello) non lasciatevi ingannare dalla piu' facile sterrata che prosegue diritto ma affrontare a sinistra i tornanti che portano a monte delle grange Meirette. Per circa 1,5 Km la ciclabilita' e' quasi impossibile vista la pendenza sostenuta ma soprattutto il fondo parecchio rovinato. Si rimonta nuovamente in sella una volta esauriti i tornanti e con un lungo traverso che va ad aggirare le Rocche di Castelmondet si guadagna i pascoli del colle di Gilba dove si trova un massiccio pilone (13,26). Qui la strada si sdoppia: a destra sale ancora per un po' al colle del Prete e poi scende in val Varaita; a sinistra si scende ugualmente al fondovalle passando per borgata Danna.
Foto in alto: S. Bernardo

Mappa:   PDF   GIF   GEOTIF

 
Altimetria  

 

Galleria fotografica

 

rifugio S. Bernardo

il pilone al colle di Gilba
 
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2005