Mountain bike Piemonte - Francia  
Monte Janus  

Il percorso

 

Lunghezza: 28,92 Km
Tempo percorrenza: 5 ore
LocalitÓ di partenza: Monginevro
Accesso: raggiungere il valico del Monginevro con la SS 24. Parcheggiare la vettura all'inizio del paese, nei pressi dell'obelisco a Napoleone
Cartografia: I.G.N. 1:25.000 3536 OT Brianšon - I.G.C. 1:50.000 n. 1 Valli di Susa Chisone e Germanasca - I.G.C. 1:25.000 n. 105 Sestriere Claviere Sansicario Prali (copertura parziale) - Didier Richard 1:50.000 n. 10 Queyras, Pays du Viso
Dislivello: 1030 metri effettivi
Difficolta': O.C.A.
Tipo: asfalto 0,57 Km (2%) - sterrato 28,35 (98%)
Periodo consigliato: da luglio a settembre
Effettuato il: 29 settembre e 6 ottobre 2002
Descrizione:
l'itinerario si sviluppa a cavallo del confine italo francese. Dall'obelisco procedere verso Brianšon senza utilizzare la strada principale bensi' una sterrata, sul lato opposto, che corre parallela. Arrivati alla rue du Bois de Sestrieres (0,88), andare diritto sino alla prima curva, dove si svolta a destra (0,95). Superata la Durance, si va a sinistra al primo bivio (1,37) e, dopo alcuni tornanti, a destra, lasciando la strada bianca con indicazioni "sentiero ecologico" (2,46). Si risale il vallone raggiungendo le stazioni di partenza di alcuni impianti di risalita (4,51). Tenere ai bivi che seguono la destra, guadagnando il colletto tra il Gondran ed il Janus (7,87), dove svoltiamo in direzione di quest'ultimo. Quando la via si sdoppia (8,13), prendere il ramo inferiore che attraversa l'alpeggio, riservando l'altro per il ritorno. Superata la sbarra (8,66), si guadagna la sommita' fortificata del Janus dove si trova il Blockhaus su due piani, oggi  pericolante (10,03). Si tratta della prima costruzione ad essere realizzata (tra il 1886 ed il 1889). L'opera principale, costruita a cavallo del 1900 ed integrata poi negli anni che precedettero la seconda guerra mondiale, e' meno appariscente visto che si sviluppa in caverna. Presso l'ultimo tornante si trova il blocco di accesso con il ponte levatoio riservato all'ingresso dei materiali. Sul lato meridionale della montagna c'e' la casamatta della batteria, armata un tempo con 4 cannoni da 95 mm da marina. Percorrendo tutta la sommita', si arriva invece all'estremita' dove si trova, proprio dirimpetto allo Chaberton, un blocco con 2 campane GFM e VDP (10,27). Si rientra percorrendo il lato settentrionale della cima dove si gode una splendida veduta dall'alto su Monginevro, la Vachette e Brianšon. Ritornati al colletto sottostante (12,50), si segue l'altra strada andando al primo bivio a destra (12,62). La zona e' disseminata di numerose caserme e ricoveri ricavati nella montagna. Ad un trivio procedere a sinistra (13,42) ed in seguito evitare una deviazione che riporta sulla strada percorsa poco prima (13,91). Lasciata la strada sulla destra (14,46) che sale ad uno degli ottocenteschi forti del Gondran (un Blockhaus a pianta pseudo-esagonale sul tetto del quale hanno trovato posto alcuni ripetitori), si prende, poco oltre, la stradina erbosa (14,60) per quello realizzato a quota 2459, sul rilievo piu' elevato del Sommet des Anges. Giunti sul piazzale antistante la costruzione, notiamo subito la cancellata di protezione e dietro di essa le sei piastre metalliche con feritoie poste dinnanzi agli ingressi dei sotterranei. Un portale monumentale, preceduto da un ponte in legno e da un'antiporta (14,90), da' accesso al cortile interno dove si affacciano i vari locali del presidio. La batteria in barbetta era collocata invece sul terrazzo soprastante. Terminata la visita si riprende il cammino abbandonato in precedenza (15,21). Evitando una traccia che riporta sul vallone dell'andata (16,76), si arriva al termine della carrareccia dove si dipartono tre sentieri (16,90): proseguire su quello centrale, lasciando quelli laterali per Le Chenaillet e Cervieres. Un lungo traverso in saliscendi ci conduce dapprima ad un laghetto, dove evitiamo il sentiero per Les Fraches (18,88), e poi alla pista (20,27) per il lago Gignoux (20,86). Qui affrontiamo la ripida rampa che costringera' a scendere dalla sella. Arrivati al culmine della salita seguite il sentiero sulla sinistra che corre parallelo alla strada (21,27) e che si ricongiunge poco piu' avanti a quest'ultima. Al primo bivio (21,90) si lascia la direzione per Colle Bercia, svoltando a sinistra verso il Colletto Verde/M. Plane. Presto si incontra un sentierino sulla destra (21,11), ciclabile senza grossi problemi, col quale scendiamo lungo la valle Gimont. Raggiunta la strada proveniente da la Coche (25,82), seguirla in salita fino all'impianto di Pian del Sole, presso il quale (26,16) la strada si sdoppia: qui occorre prendere il sentiero alla destra di quella piu' pianeggiante, che scende deciso verso il campo di golf di Monginevro. Raggiunta una sterrata (27,66), la si percorre a destra. Al bivio seguente si va diritto (28,10), passando a fianco di due laghetti, per poi rientrare facilmente al parcheggio di partenza (28,92). 
Mappa formato GIF (1003 x 661 - 27 KB)
Mappa formato OCAD7 zippata (per visualizzare e stampare il file scaricate la versione 7 demo del programma QUI)

Foto in alto: la cima del Janus

 
Altimetria  
 

Galleria fotografica

 

obelisco a Napoleone (Monginevro)

blocco dell'opera Maginot del Janus
(al centro la cima dello Chaberton)
 

Forte Gondran

lago Gignoux
 
Segnalazioni  
G. Marone: giro effettuato il 3/8/2008. 1) Buona parte dell'itinerario e' oggi contrassegnata dai cartelli in legno della "Clavierissima". In un paio di punti dubbi, mi sono stati particolarmente utili. 2) Da maggio 2008, la sterrata di rientro da Pian del Sole a Montgenevre nei pressi del campo di golf e' "ufficialmente" chiusa per lavori in un breve tratto. Da buon italiano (e soprattutto, non avendo alternative!), ho percorso il tratto off-limits. La piccola infrazione non e' comunque di alcun danno all'ambiente ne' reca alcun disturbo ai golfisti perche' si svolge interamente su sterrata!  
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2008