Mountain bike Piemonte - A due passi da Torino  
Colletto Damone  
Il percorso  
Lunghezza: 20,46 Km
Tempo percorrenza: 3h 15'
Difficolta': B.C.A. (medio)
LocalitÓ di partenza: piazza S. Vito (Piossasco)
Dislivello: 595 metri
Tipo: asfalto 5,81 Km (28%) - sterrato 14,65 Km (72%)
Periodo consigliato: primavera-estate-autunno
Cartografia: Istituto Geografico Centrale Carta dei rifugi e dei sentieri 1:50.000 n. 17 Torino Pinerolo e Bassa Val di Susa - utile anche la cartina allegata al libro "Sentieri di Piossasco e Monte San Giorgio"
Effettuato il: 1 ottobre 2006
Descrizione: percorso ad anello di media difficolta' nella zona del Monte San Giorgio con meta il ripetitore di Colletto Damone. Dalla piazza San Vito (0 Km) si raggiunge la localita' Campetto percorrendo la via omonima. Qui arrivati, nei pressi di una chiesetta si tiene la destra (2,03) lasciando le indicazioni "punto panoramico" dalla parte opposta. Poco oltre la strada diventa a fondo naturale. Raggiunto il Colle di Pre' (5,62) si lascia la deviazione sulla destra per il Colle della Serva e si prosegue per le Prese Inferiori e Superiori (7,14). Si effettua poi un tornante a sinistra (7,70) lasciando la strada che diritto reca un cartello di accesso vietato ai non proprietari dei fondi. Ancora un tornante e si arriva al ripetitore (8,64), punto piu' elevato del giro. Piu' avanti occorre imboccare una larga traccia sulla sinistra (9,00) che porta al Colle di Damone (9,57). Chi invece volesse raggiungere la cima del Pietraborga deve andare, al Km 9, diritto (variante non conteggiata). Il sentiero che segue il filo di cresta risulta ciclabile sin quasi in prossimita' della meta: la parte conclusiva si inerpica tra torrioni di roccia per cui occorre necessariamente procedere a piedi e con cautela per non scivolare. Sulla cima trovate un microscopico spiazzo con annessa croce alla base della quale vi e' una rappresentazione della Madonna con Bambino e alcune lapidi. Splendido il panorama con in primo piano il Monte San Giorgio. Dal Colle di Damone si scende a Pratovigero dove affrontiamo il tornante a sinistra (10,57) evitando la strada che porta alle case della borgata e alla chiesa di S. Pancrazio. Ad un nuovo tornante andare diritto (10,80) raggiungendo il Colle Frasca (11,82). Da qui si imbocca la stradina sulla sinistra che scende a regione Mompala': la parte centrale risulta ciclabile con molta difficolta' (potrebbe essere necessario qualche passaggio a piedi) in quando le piogge l'hanno ridotta ad un letto di torrente in secca. Al termine di questo tratto si continua diritto toccando la chiesa di S. Giuseppe (13,60). Giunti a borgata Giorda si va a sinistra (14,76 - pilone), quindi si evitano le deviazioni sulla sinistra per reg. Maritani e Boniscontro (15,24). Giunti presso la casa di cura villa Patrizia (15,52) procedere diritto su sterrato e, seguendo il cammino principale, toccare S. Bernardino (17,50) e guadagnare la chiesetta di Madonna delle Grazie (18,99). Da qui procedere a sinistra sino a Casa Martignona (19,50) dove a destra si ritorna a piazza San Vito (20,46).
Foto in alto: il Colle di Pre'

Mappa:   PDF (1 pagina)   PDF (2 pagine)   JPG   OCAD8
 
 
Altimetria  

 
Galleria fotografica  


la croce sulla cima del Pietraborga


S. Pancrazio (Pratovigero)
 

S. Bernardino

S. Giuseppe
 
Segnalazioni  
A. Paolini: fatto il 9 agosto 2012 come da indicazioni. La situazione dal 2006 Ŕ cambiata. Dal Colle Frasca non conviene prendere il sentiero che scende verso la reg. MompalÓ perchŔ ormai Ŕ, a mio avviso, non pi¨ ciclabile, fatta eccezione per pochissimi metri. Si finisce quindi per portare la bici a mano fino a poco prima della Chiesa di San Giuseppe e quindi per circa due km. Anche a piedi il tratto Ŕ faticoso e pericoloso per la presenza di massi, rocce e "canyon" scavati dalla pioggia. Meglio prendere dal Colle Frasca la deviazione per Trana, anche se porta un po' fuori rispetto al punto di partenza, oppure tornare al medesimo (S.Vito) ripercorrendo la strada al contrario.
Paolo:
in prossimitÓ delle strade/sentieri indicati, in localitÓ San Vito, c'Ŕ la trattoria San Giorgio. Dopo una gran pedalata, ci si pu˛ rinfrancare con una bella cena o fermarsi qualche giorno visto che dispone anche di camere. Vedi sito: http://www.sangiorgio.info
 
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2012