Mountain bike Piemonte - A due passi da Torino  
Riserva Naturale Orientata della Vauda (da Volpiano)  

Il percorso

 

Lunghezza: 26,52 Km                                                                                                              
Tempo percorrenza: 2h 30'
LocalitÓ di partenza: piazza Cavour (Volpiano - TO)
Dislivello:
circa 160 metri effettivi
Difficolta': M.C. (facile)
Tipo: asfalto 6,76 Km (26%) - sterrato 19,76 (74%)
Periodo consigliato: tutto l'anno (evitare dopo piogge recenti)
Cartografia:
I.G.C. 1:50.000 n. 21 Il Canavese
Effettuato il: 11 maggio 2008
Accesso:
uscire al casello di Volpiano dell'autostrada Torino - Aosta. Alla rotonda proseguire diritto su via Brandizzo. Al semaforo (passaggio a livello) continuare diritto su via Umberto I sino alla piazza Vittorio Emanuele II (Chiesa Confraternita della Immacolata Concezione) dove si deve per forza andare a destra lungo la via Botta. Seguirla fedelmente sino alla piazza Cavour (zona disco orario!). Parcheggiare nelle vicinanze.
Descrizione: per i bivi dettagliati utilizzare le mappe sottostanti. Questo itinerario ci farÓ attraversare una parte della Riserva Naturale Orientata della Vauda, nata sull'area del vecchio poligono di tiro. Dalla piazza (0 Km), si imbocca la via Ronchi (0,07) e quindi, lasciate alle spalle le ultime case, si continua seguendo la direzione principale in piano. Al km 2,09 si continua diritto sul sentiero che entra nel bosco e poi ne esce attraversando un campo coltivato giungendo ai piedi di una grossa cascina in pessime condizioni. Qui si incontra una stradina che va presa a sinistra (2,89). Pi¨ avanti tenere il ramo di destra (3,23), quindi affrontare il tunnel sotto la SS460 (3,63). Superato un guado, prendere subito il sentiero meno marcato sulla destra (3,90). Poco pi¨ avanti il sentiero curva verso destra costringendoci a procedere a spinta per superare una ripida ma breve rampa. Giunti in cima alla salita, si attraversa un prato pervenendo ad una carrareccia che imboccheremo a sinistra (4,19). Arrivati ad una grossa cascina con annessa cappella si va a sinistra (4,69), quindi a destra in direzione Lombardore sulla SP267 (5,22) e poi ci si immette sulla via S. Rocco (5,86 - indicazioni cimitero). Al termine della discesa a sinistra su sterrato (6,18) al termine del quale (6,36) si continua sul sentiero in leggera salita che si sviluppa sul bordo di un prato. Al termine del prato si incontra un altro sentiero (6,58) dove si svolta a destra. Superato un guado si va ancora a destra (6,81). Si incontra quindi una larga sterrata che andrÓ percorsa a sinistra. Essa prosegue pianeggiante per un lungo tratto. A volte pu˛ essere ostruita da grosse pozzanghere, specialmente se ha piovuto di recente, ma nei punti pi¨ critici Ŕ possibile sfruttare alcune deviazioni realizzate quasi certamente in occasione di qualche gara. Al Km 9,21 bisogna girare a destra effettuando il guado del torrente Fisca. Quindi si continua attraversando un ampio prato delimitato da due dorsali collinari. Si effettua nuovamente il guado del torrente (10,46) prendendo poi la traccia tutta a sinistra. Superata una sbarra si gira a destra (11,06), quindi scesi nuovamente al torrente si evita il guado continuando a sinistra (11,27). Al Km 12,05 svoltare a destra e quando la stradina sembra terminare presso un prato proseguire sul fianco sinistro di un traliccio dove il cammino si fa presto nuovamente marcato. Al Km 13,35 si gira a sinistra e poi si imbocca ancora a sinistra la via Militare (13,51) utilizzando la pista ciclabile a lato della strada. Si continua in rettilineo per diversi chilometri attraversando pi¨ avanti il vecchio poligono di tiro. Al Km 18,69 si va a sinistra per poi immettersi, superata una sbarra, su asfalto a destra (18,83). Al termine della via Bertola-Poligono andare a destra su SP267 (19,93). Svoltare a sinistra su sterrato in corrispondenza del cartello della localitÓ Leiný (20,74 - pilone). Si supera l'ingresso di cascina dell'Alba, si transita sopra la SS460 (21,62) e alla seconda curva si prende il sentiero sulla sinistra (21,84) che costeggia la recinzione del lago nel Pagliaio. Al Km 22,31 evitare il sentiero che si stacca a sinistra proseguendo su una traccia pi¨ larga che dopo una discesa risale ad una strada asfaltata (22,96). Seguirla a destra, e poi prendere a sinistra per C. Telegrafo (23,48). Superata la cascina procedere diritto (23,95) percorrendo poi un largo sentiero, che nel tratto finale risulta sassoso (prudenza), sino a confluire sulla strada percorsa all'andata (25,04). Da qui si rientra alla piazza Cavour (26,52).

Foto in alto: cappella annessa ad una cascina

Mappa:   INTERATTIVA   JPG   PDF (1 pagina)   PDF (3 pagine)

Traccia GPS:   PLT (Oziexplorer)   GPX   KML (Google Earth)
 

 
Galleria fotografica  

ampio prato lungo il torrente Fisca
 

una vecchia cascina

tunnel sotto la SS460
 
Segnalazioni  
M. Peverada: ho ricontrollato il percorso il 13 dicembre 2009. Nessun problema da segnalare se non la presenza saltuaria di fango e grosse pozzanghere nel tratto tra autodromo di Lombardore e San Francesco al Campo (tra km 6,87 e 13,85). Tale fango Ŕ presente anche in estate per cui deduco che sia una nota caratteristica della zona. Giro dunque da evitare se ha piovuto di recente.  
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2009