Mountain bike Piemonte - A due passi da Torino  
Volpiano  

Il percorso

 

Lunghezza: 32,81 Km                                                                                                              
Tempo percorrenza: 2h 45'
LocalitÓ di partenza: piazza Cavour (Volpiano - TO)
Dislivello:
circa 85 metri effettivi
Difficolta': M.C. (facile)
Tipo: asfalto 9,48 Km (29%) - sterrato 23,33 (71%)
Periodo consigliato: tutto l'anno (evitare dopo piogge recenti)
Cartografia:
I.G.C. 1:50.000 n. 21 Il Canavese
Effettuato il: 1 maggio 2008
Accesso:
uscire al casello di Volpiano dell'autostrada Torino - Aosta. Alla rotonda proseguire diritto su via Brandizzo. Al semaforo (passaggio a livello) continuare diritto su via Umberto I sino alla piazza Vittorio Emanuele II (Chiesa Confraternita della Immacolata Concezione) dove si deve per forza andare a destra lungo la via Botta. Seguirla fedelmente sino alla piazza Cavour (zona disco orario!). Parcheggiare nelle vicinanze.
Descrizione: daremo qui le indicazioni principali invitando a consultare la mappa per conoscere maggiori dettagli. Dalla piazza Cavour (0 Km) imboccare la via Vauda (0,07). Superata la chiesetta Madonna delle Vigne (0,67),si transita nei pressi di C.na Bellotta (2,50) e quindi si raggiunge il lago Le Betulle dove si prosegue diritto su asfalto (3,27). Si oltrepassa la SS460 e poi si svolta a sinistra (4,55 - pilone) sulla SP267. Giunti all'agriturismo Cascina del Peso (4,77) si va a sinistra. Si ritransita nei pressi di C.na Bellotta (6,33) e al Km 6,90 si continua a destra su un bel sentierino al termine del quale si prosegue a sinistra (7,59). Al Km 8,03 si procede diritto affrontando un facile guado. Al Km 9,34 girare a sinistra e poco prima di raggiungere la SP17 (9,64) continuare su una carrareccia a sx dal fondo in pessime condizioni. Attraversare la SP17 (10,06) raggiungendo poi l'Oasi Francescana (10,70). Seguire lo stradone per pochi metri a sinistra e poi proseguire sulla sterrata che si stacca sulla dx (10,74). Procedere in direzione del cimitero sino al Km 11,92 dove a dx guadagnamo la SP40 (12,08). Attraversarla andando diritto finche', dopo un guado, si tiene la strada di destra (12,24). Al termine della stradina si va a sinistra (13,30) e successivamente ancora a sinistra (14,20). Giunti alla SP3 (14,67) seguirla a destra. Superato il cavalcavia sull'autostrada si imbocca la sterrata sul lato opposto (16,06 - attenzione alle macchine nell'effettuare la svolta) che torna indietro lungo l'autostrada. Giunti al lago La Lenza si va a dx (18,32) e dopo il passaggio a livello (18,36) si prende ancora a destra. Si costeggia il perimetro dell'ex raffineria (ora deposito dell'ENI). Al Km 19,08 si puo' evitare un po' di asfalto percorrendo la sterrata a ridosso della recinzione. Al Km 21,16 si va a dx e, poche decine di metri dopo, si transita nel sottopasso (21,23) che porta sull'altro lato del raccordo SP40 - autostrada TO-MI - SR11 (al maggio 2008 ancora in costruzione). Al Km 22,30 si tiene la sinistra affiancando l'autostrada. Aggirata C.na Fourrat (24,05) si affronta la rotonda (24,67) continuando lungo la strada Col del Lys (24,86). Prima del cavalcavia andare a dx (25,49), passare sotto al medesimo e continuare lungo il corso del torrente Malone. Superare l'az. agricola Il Molino (28,90) e dopo la successiva cascina (Mol. Lanzavecchia) andare a dx (29,31). Si affianca la Gora del Molino per poi continuare a sinistra (29,71) ignorando dalla parte opposta il ponte che attraversa il corso d'acqua. Giunti all'autostrada (30,30) affiancarla a sx. Passare sul cavalcavia (30,87) e alla rotonda continuare diritto (31,33) sino alla via Brandizzo (31,98 - chiesa di S. Rocco). Da qui a dx, passare il passaggio a livello (32,24 - semaforo) e prendere diritto la via Umberto I. Giunti alla piazza Vittorio Emanuele II (32,57) si va a dx lungo la via Botta sino a ritrovare la piazza Cavour (32,81).

Foto in alto: Oasi Francescana

Mappa:   INTERATTIVA   JPG   PDF (1 pagina)   PDF (4 pagine)

Traccia GPS:   PLT (Oziexplorer)   GPX   KML (Google Earth)
 

 
Galleria fotografica  

un bel single-track

Madonna delle Vigne
 

il torrente Malone
   
Segnalazioni  
A. Dell'Erba: provato il 31 ottobre 2009. Al km 6,90 non sono presenti ostacoli, quindi il sentiero Ŕ percorribile.
Fabrizio:
lo abbiamo effettuato il 4 luglio 2009 ed al Km 6,90 il sentierino era impraticabile perchŔ pieno di rovi e sterpaglie. Forse sarebbe meglio andarci in primavera quando la vegetazione Ŕ meno folta.
 
Indice percorsi  
Per suggerimenti, idee, commenti contattatemi: E-mail
Vietato qualsiasi uso di testi e immagini contenuti in questa pagina senza consenso dell'Autore
Si declina qualsiasi responsabilita' per eventuali errori, imprecisioni, incidenti e danni di ogni sorta
Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2009